Truffe e raggiri on-line, due denunce

Due denunce per raggiri e truffe online: i Carabinieri di Vescovato e di Soresina hanno individuato due responsabili, entrambi cittadini italiani di 31 anni, rispettivamente di Catanzaro e di Novara. 

Il primo episodio, denunciato presso la Stazione Carabinieri di Vescovato, riguardava l’acquisto di un motocoltivatore: l'annuncio era stato pubblicato su Facebook. Il truffatore ingannevolmente si faceva versare a titolo di acconto dalla vittima la somma di  500 euro, mediante ricarica postepay, e dopo aver ricevuto illecitamente il denaro non concludeva l’operazione rendendosi irreperibile.

Il secondo episodio, denunciato presso la Stazione Carabinieri di Soresina, riguardava invece l’acquisto di un’autovettura Fiat 500, l'annuncio era stato pubblicato sul sito Internet www.subito.it. Il truffatore, facendosi versare a titolo di caparra la somma di 1.000 euro mediante ricarica postepay, si rendeva poi irreperibile dopo aver ricevuto il denaro senza mai più concludere la vendita dell’auto con la sventurata vittima.

Nel corso degli ultimi mesi sono state varie le attività di contrasto svolte dall’Arma di Cremona e Provincia che hanno permesso di individuare diversi responsabili di tali attività illecite perpetrate da ogni parte d’Italia con inserti truffaldini sulla rete a danno di malcapitate vittime.

I Carabinieri consigliano di diffidare delle proposte di vendita on line molto allettanti e che celano fasulli intenti da parte di malfattori senza scrupoli, i quali utilizzano qualsiasi espediente pur di giungere ad illeciti profitti. Non esitare mai a segnalare e denunciare subito tali situazioni ai Carabinieri.

Tags: 
Territorio: