Le Aree Omogenee caratterizzano l’Ente di Area Vasta

di Andrea Baruffi

Nell’ambito del processo di riordino degli Enti Provinciali la riforma Delrio ha stabilito che entro il 31 dicembre l’Assemblea dei Sindaci deve approvare lo Statuto dei nuovi Enti di Area Vasta. Per la sua stesura il Consiglio Provinciale ha costituito un Tavolo Tematico di lavoro. La bozza, composta da 43 articoli, è stata presentata lo scorso martedì 9 dicembre presso la Sala del Consiglio del Comune di Crema. All’incontro hanno preso parte i Consiglieri Provinciali di riferimento per il territorio: Stefania Bonaldi, Pietro Fiori, Fabio Calvi e Giuseppe Tomaselli e il Segretario Generale della Provincia dott. Silvio Masullo. Quest’ultimo, attraverso slides, ha presentato nel dettaglio agli Amministratori del territorio la bozza dello Statuto Provinciale. Particolare attenzione è stata rivolta all’articolo 9 , riguardante le Aree Omogenee, concetto che caratterizza l’Ente di Area Vasta. Le Aree Omogenee, determinate secondo caratteristiche geografiche, storiche, culturali, sociali ed economiche, costituiscono l’articolazione territoriale entro la quale promuovere lo svolgimento delle funzioni fondamentali della Provincia e le ulteriori funzioni eventualmente attribuite dalla legge, nonché favorire l’attuazione del processo di aggregazione delle funzioni fondamentali dei Comuni. Le Aree Omogenee, definite con deliberazione dell’Assemblea dei Sindaci e rappresentate, di norma, dal Sindaco del Comune con il maggior numero di abitanti e dai Presidenti delle Unioni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti, costituiscono l’ambito nel quale la Provincia, tra gli altri, sviluppa sistemi coordinati di servizi pubblici e promuove la collaborazione con i comuni e tra i comuni, anche in forma associata, per l’esercizio delle funzioni fondamentali o loro unioni mediante accordi di programma, convenzioni e protocolli d’intesa. ARTICOLO COMPLETO ALL'INTERNO DEL NUMERO DI inPRIMAPAGINA IN EDICOLA

Tags: 
Territorio: