(M.B.) Scade oggi (venerdì 10 aprile) il termine ultimo per la partecipazione del Comune ad un bando regionale che concede agli enti locali finanziamenti a fondo perduto per un importo fino all’80% della spesa complessiva per la realizzazione di opere di edilizia scolastica.

Il Governo Renzi ha avviato l’esame preliminare del DEF (Documento Economia e Finanza), che sarà approvato venerdì 10 aprile. Il Premier ha annunciato che non ci sarà alcun aumento delle tasse per il prossimo anno.

Forza Italia e Lega Nord hanno raggiunto un accordo per affrontare uniti le elezioni regionali. In Liguria il candidato del Carroccio (Edoardo Rixi) lascia il posto a Giovanni Toti, mentre in Veneto FI sosterrà l’uscente Luca Zaia.

Il Senato ha approvato il ddl anticorruzione con 165 sì. Il testo prevede condanne più dure per chi corrompe e si fa corrompere nella Pubblica Amministrazione, oltre a pene più severe per i reati di mafia, con reclusione fino a 26 anni.

Si amplifica la spaccatura all’interno del Partito Democratico. Ieri (lunedì 30 marzo) la riunione della Direzione del PD, che ha approvato con 120 sì il testo senza modifiche dell’Italicum.

Nicolas Sarkozy ha superato il ballottaggio per le elezioni amministrative in Francia. Il suo partito, Ump, ha conquistato quasi 70 dipartimenti su 101. Invece il Front National di Marine le Pen guadagna solo due dipartimenti.

Nei giorni scorsi a Piadena si è tenuta un’assemblea pubblica durante la quale il sindaco Ivana Cavazzini ha annunciato la decisione collegiale della lista di non ricorrere in appello contro l’ordinanza del Tribunale di Cremona che ne aveva stabilito l’ineleggibilità quale Sindaco.

La Camera ha approvato il ddl che allunga i tempi della prescrizione su reati di corruzione e pedofilia, con 274 sì, 121 astenuti (oltre ad Ap, anche Lega, Psi e M5S) e 26 no. Ma aumenta la spaccatura all’interno della maggioranza, con tensioni tra PD e NCD.