Cresce il livello del Po. La protezione civile dell’Emilia Romagna prevede il superamento del livello 3 a Casalmaggiore e Boretto. Attivato l’allarme per piena nei comuni di Colorno, Mezzani, Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla e Luzzara.

Le perturbazioni hanno fortemente colpito il nord Italia nella giornata di ieri, mercoledì 12 novembre. Due le vittime: un 66enne travolto da una frana a Crevacuore (Biella), ed un 70enne di Bodio Lomnago caduto nel lago Maggiore a Ispra.

E’ rientrato completamente il fiume Seveso, esondato ieri a Milano creando non pochi disagi alla circolazione. Il Lambro rimane sempre a livelli elevati; da registrare l’allagamento del parco Lambro.

Spaventano i fiumi e i corsi d’acqua in tutta la Lombardia. Il Po è 3 metri e 30 sopra lo zero idrometico al ponte della Becca, il ponte in provincia di Pavia costruito sulla confluenza tra Ticino e Po. E' già uscito e dovrebbe arrivare a 4 nel primo pomeriggio.

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Crema, guidata dal capitano Giancarlo Carraro, hanno identificato e deferito in stato di libertà il pirata della strada coinvolto in più sinistri stradali con feriti, avvenuti domenica a Pandino.

Incidente ieri attorno alle 19 a Redona (Bergamo).

Le forti precipitazioni di questi giorni hanno nuovamente gonfiato fiumi e torrenti, in particolare nell’Alta Val Seriana a Bergamo, dove alcuni ponti sono stati chiusi al transito.

Un palestinese di Hebron aggredisce a coltellate tre israeliani: due restano feriti mentre una ragazza di 25 anni muore. È quanto è avvenuto ieri nella colonia di Alon Shvut in Cisgiordania.

Notte di pioggia intensa e temporali sul levante ligure e in particolar modo sul Tigullio. Nella tarda serata di ieri il torrente Entella, lo Sturla e il rio Rupinario sono esondati quasi contemporaneamente a Carasco e Chiavari, creando problemi alla popolazione.

La chiave della sopravvivenza dei tumori risiederebbe nel cosiddetto DNA “Frankenstein”, una sorta di mostro biochimico capace di rubare in modo selettivo e amplificare i geni di cui ha bisogno per crescere e sopravvivere.
Autore della scoperta è stato il gruppo di ricerca coordi