Polveri sottili: Le azioni del Comune di Crema per l’immediato futuro

In queste prime settimane dell’anno è aumentata in modo sensibile la concentrazione di inquinanti dell’aria, in particolare delle polveri sottili, sia PM10 che PM 2,5. Tutta la parte bassa della pianura tende a concentrare gli inquinanti, perciò sul nostro territorio si accumulano molte polveri sottili prodotte altrove e che si concentrano per un periodo più o meno lungo a seconda di fattori climatici.
Nella prima settimana dell’anno il valore medio del PM10 a Cremona è stato 68,8 e a Crema 62. Nonostante la vicina Cremona applichi da due anni consecutivi il sistema del blocco auto, i giorni di sforamento nel 2019 delle polveri sono stati solo 5 in meno di Crema (corrispondente all’1,7%). La media delle polveri sottili in Lombardia nel mese di dicembre è stata 81, a Crema 71. Il valore massimo di PM10 registrato nella centralina di Cremona nell’ultima settimana è stato 88, a Crema 73, di PM2,5, sempre a Cremona, 78, mentre a Crema a 48. Dopo l’inizio della fase più restrittiva del blocco auto, pochi giorni fa, a Cremona e in tutte le città lombarde capoluogo i dati sono addirittura peggiorati.
Vista la situazione allarmante il Comune di Crema si è fatto promotore verso l’Area Omogenea Cremasca della necessità di un contenuto pubblicitario sull’inquinamento e le buone pratiche individuali. Nelle scorse settimane è stato distribuito nei paesi del Cremasco un volumetto dal titolo “Cambiamo aria” per far comprendere a tutti conoscenza scientifica e conseguenti regole di comportamento sociale. Sempre per sensibilizzare, il 15 febbraio a Crema si terrà un convegno sull’inquinamento dell’Aria e Acqua, al quali sono invitati gli amministratori del Cremasco, con la partecipazione dei relatori del CNR e dei Consorzi Irrigui Cremonesi. Inoltre il Comune di Crema ha sostituito tutta la sua illuminazione pubblica con corpi led che hanno comportato una diminuzione dell’inquinamento luminoso e un crollo dell’impatto ambientale dell’energia richiesta. Un’altra forma di compensazione è la piantumazione di alberi, il migliore strumento al mondo per assorbire anidride carbonica e polveri sottili. E’ stato adottato un nuovo regolamento ZTL e nel frattempo il comando di Polizia Locale è stato incaricato d approntare un nuovo regolamento sui mezzi elettrici a bassa velocità equiparati da una legge nazionale alle biciclette. Da un consigliere comunale dell’opposizione è arrivata la proposta dell’utilizzo di vernice antismog e, l’Amministrazione, si è già mossa anche su questo punto. Va ricordato inoltre che nel 2020 si concretizzerà l’Hub intermodale della stazione ferroviaria (car sharing elettrico, velostazione e 7 stazioni di bike sharing elettrico), e in primavera verranno installate 8 colonnine per la ricarica di auto elettriche. In tema di mobilità sostenibile ai Comuni cremaschi sarà presentato il progetto della Rete Ciclabile Territoriale.

Tags: 
Territorio: