Crema. Videosorveglianza: 84 “occhi” per la sicurezza dei cittadini cremaschi

Un nuovo ed integrato sistema di videosorveglianza per la città di Crema. Sono state aggiunte nei quartieri più sensibili della città ulteriori 33 telecamere, che vanno ad aggiungersi alle 35 preesistenti, implementando così il servizio per la sicurezza dei cittadini. Complessivamente, considerando vecchie e nuove telecamere – 68 in tutto – le tre perimetrali del Mercato Austroungarico e i 13 varchi comunali bidirezionali, si arriva in totale a 84 “occhi” a servizio della città. I dati sono stati presentati venerdi scorso in conferenza stampa, presso la Sala Ricevimenti del Comune di Crema, dal sindaco Stefania Bonaldi, il comandante della Polizia Locale Giuliano Semeraro e l’ufficiale Dario Boriani. Il progetto è stato reso possibile grazie all’appalto di efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica partito nel 2017. Il sindaco Bonaldi ha spiegato che negli anni precedenti l’assessore Bergamaschi e l’allora collega Piloni avevano effettuato diversi sopralluoghi per individuare i punti più sensibili. Si tratta così di posizionamenti strategici “che consentiranno di prevenire un’ampia gamma di reati, dall’abbandono dei rifiuti, ai furti, agli atti vandalici, violazione del codice della strada, disturbo della quiete pubblica e molto altro”. Il sistema è integrato e alle immagini, oltre alla Polizia Locale, potranno accedervi anche le altre caserme delle Forze dell’Ordine cittadine. “Grazie alle immagini fornite dalla nuova rete – ha affermato il comandante Semeraro – è stato già possibile risolvere diversi reati e incidenti stradali, sono stati individuati i colpevoli”. Un investimento di 400.000 euro che “offre un valore aggiunto alla sicurezza urbana”. Inoltre come ha spiegato l’ufficiale Boriani il nuovo sistema di videosorveglianza, che fornisce immagini in alta definizione, è dotato di punti di ricezione che potranno permettere l’implementazione in futuro, senza il bisogno di ulteriori stravolgimenti tecnici. 

Tags: 
Territorio: